Tra mistero e realtà - a volte il confine è sorprendentemente sottile -, questo romanzo nasce da un’avventura on the road e mentale: un cammino che l’autore e l’amica Gabriella, zaino in spalla e tanta voglia di natura, hanno fatto lungo un percorso di trekking di circa 900 Km. Destinazione: il Cammino stesso e poi l’Oceano di Finisterre, passando per Santiago di Compostela. Con il sole, il vento e la pioggia, i due avanzano calpestando erba e pietre, terreni aridi e fangosi, strade asfaltate che attraversano paesi e città. Vivono le situazioni più disparate e incontrano persone di ogni genere, maturando insieme, in un continuo confronto, passo dopo passo. Visioni, fantasie: ricordi di altre vite? Un testo, questo, pieno di attualità che agile si muove tra il tempo e lo spazio, superandone i confini.

L’autore

Scrittore e giornalista pubblicista. Nasce nel 1972. Conseguita la maturità scientifica, si trasferisce a Bologna e si dedica all'informatica e alla scrittura. Ha pubblicato nel 1997 la sua prima raccolta di racconti "Le mie prime ...anta... pagine”; sono usciti poi "Lettere a Bruno Pietro" e "A Ruota Libera", entrambi editi da Boopen. Nel 2011 con Gruppo Albatros pubblica Insieme, prima stesura di Camminando Verso l'Oceano. Ha al suo attivo collaborazioni per le pagine di musica, spettacolo e letteratura con la rivista romana Orizzonti e il gazzettino casertano I Popolari.