domenica 25 luglio 2021

Bisogna vaccinarsi!!! 

Chi non lo fa perché non crede al vaccino o al covid, oppure ha paura, va obbligato!!! Essere in democrazia non significa fare quello che si vuole, se si danneggia la comunità; per me anche un Paese democratico può obbligare un cittadino a fare determinate cose, se questo significa proteggere la comunità da grossi rischi. Il vaccino non va fatto solo in PARTICOLARI casi, e questo lo stabiliscono i medici, per esempio quando si hanno particolari allergie, non delle allergie alimentari. Conosco persone allergiche ad alimenti che hanno potuto tranquillamente fare la vaccinazione, come conosco persone con allergie particolari a dei farmaci e anche loro hanno potuto fare la vaccinazione, magari con degli accorgimenti particolari come il restare in osservazione più dei classici 15 minuti. La libertà limitata e determinate limitazioni pratiche ed economiche, le ha portate purtroppo il virus, non ne è responsabile il governo né sono responsabili particolari situazioni. Molti ancora non capiscono la gravità della situazione e ancora non capiscono che solo atteggiamenti responsabili possono portare a miglioramenti. Non guardando in faccia al problema - i problemi se non si affrontano non si risolvono - si finisce solo a fare chiacchiere più che fatti concreti. Quando ho avuto la possibilità di vaccinarmi avevo paura - le cose improvvise spaventano, è normale -, come l'avevo al momento in cui mi è stato iniettato il vaccino e anche nei giorni successivi ma un paio d'ore dopo l'apertura della piattaforma ho prenotato senza pensarci più di tanto, perché "di covid si muore o si fanno morire gli altri " (e gli altri possono essere anche i propri genitori e i propri figli, si pensi a questo, che non è poco, se si è talmente egoisti da non voler pensare a tutti gli altri) , sagge parole queste che tantissimi fino a Draghi hanno pronunciato più volte.

D'ACCORDISSIMO, OVVIAMENTE ANCHE COL GREEN PASS. E DAPPERTUTTO.

Tantissimi come me grazie al green torneranno a fare una vita quasi regolare, andando a mangiare una pizza e al cinema e in altri posti. Gli imprenditori di un certo spessore questo lo hanno capito e hanno capito anche che ci potrà essere un aumento della clientela, non la diminuzione, e si potranno scongiurare altre future chiusure, gli altri, invece, fanno assurde polemiche, incitati da discorsi assurdi di persone assurde. Al Tg regionale ieri ho ascoltato imprenditori favorevolissimi. E c'è anche chi ha anticipato la legge, chiedendo il green per il loro esercizio già giorni fa, tutti atteggiamenti di buon senso e civili che non sono stati sempre capiti. Si tratta di un'EMERGENZA e non si può parlare di discriminazione, dittatura etc.. Chi non vuol fare il vaccino non può pretendere di stare in società, per chi il vaccino non lo può VERAMENTE fare, allora si possono trovare soluzioni, magari un tampone entro le 48 ore prima dell'accesso a un locale, magari per loro gratis; ma se io fossi tra quelli che non possono veramente fare il vaccino, potrei stare tranquillamente in casa a leggere e guardare film finché la pandemia non finirà. Ripeto, SI TRATTA DI UN'EMERGENZA, prima si agisce con criterio e coraggio, prima ne usciamo.



Mi Piace - Commenta - Condividi